ECONOMIA


 S
e, da un lato, gli anni Sessanta rappresentarono ancora, a livello generale, gli “anni d’oro” dello sviluppo economico occidentale, L. Ron Hubbard mostrò di aver pienamente ragione quando lasciò intendere che non tutto era così roseo come s’erano immaginati gli economisti. È un dato di fatto che, nel futuro fiscale che subito dopo seguì, si trovi tutto quel che colleghiamo ai primi anni Settanta, ivi compreso il quadruplicamento del costo del carburante, i tassi d’interesse da usura e, come Ron ancora fa notare, il completo crollo di un sistema monetario mondiale basato sul legame tra dollaro e oro. Conseguenza di questo fu tutto quel che oggi colleghiamo alla recessione inflazionistica mondiale che ne seguì, tra cui un costante declino del reale potere d’acquisto del salario medio, un tasso di disoccupazione a due cifre nella maggior parte dell’Europa occidentale, e ­ particolarmente a seguito dell’aumento della pressione fiscale a favore della rete di sicurezza socialista ­ ciò che è stato appropriatamente descritto come una “crescente cultura dell’odio”.
[Immagine]

     Quando menziona gli interessi psichiatrici nel mondo dell’economia, L. Ron Hubbard allude a legami estremamente interessanti tra gruppi di interesse abbondantemente finanziati e psichiatria. Ad esempio, un esame minuzioso della Federazione Mondiale della Salute Mentale per tutto il periodo degli anni Sessanta e Settanta rivela l’esistenza di molti legami con gli interessi bancari britannici e, similmente, un esame minuzioso dei finanziamenti devoluti alla psichiatria americana rivela un costante sostegno da parte della Fondazione Rockefeller, sin dai primi anni Venti, specialmente in relazione a ciò che i direttori della Fondazione descrissero come il “contributo potenziale” che la psichiatria poteva dare all’istruzione, alla sociologia e al “vivere in generale”.

     Che inoltre L. Ron Hubbard si concentri sul fatto che gli economisti abbiano mancato di predire o abbiano mancato di spiegare ciò che successe in seguito quando quegli anni d’oro finirono, è anch’esso un fatto estremamente significativo. Poiché la verità è che quando Ron cita il fallimento delle teorie keynesiane ­ della forza, quindi, che ha animato le teorie economiche di mezzo secolo ­ egli cita ciò che è stato soltanto di recente riconosciuto, vale a dire il considerevolissimo declino delle iscrizioni ai corsi di specializzazione in economia, la chiusura dei dipartimenti di economia in molte delle principali società, e anche l’abbandono a livello di governo federale di ciò che gli economisti stessi descrivono ora come “una scienza squallida”.



PrecedenteNavigation BarSuccessivo

| Precedente | Glossario dei termini di Scientology | Indice | Successivo |
| Sondaggio su questo sito di Scientology | Siti di Riferimento | Libreria | Prima Pagina |


info@scientology.net
© 1998-2004 Church of Scientology International. Tutti i diritti riservati.

Informazioni sui marchi d’impresa


Visita il Libreria Indice Visita il Site di L. Ron Hubbard